Seleziona una pagina

Mamoiada, il paese

La storia

Mamoiada è un piccolo centro della Sardagna, che ospita 10 cantine e circa 200 piccoli produttori con il loro inestimabile bagaglio di conoscenze, dopo un processo di aggregazione avvenuto negli anni ha individuato nel Cannonau la leva per il proprio sviluppo economico e sociale. Ma oltre il vino, Mamoiada è conosciuto per i suoi suggestivi riti carnevaleschi che attraggono visitatori da tutto il Mondo. Mamuthones e Issohadores sono i simboli del paese. I primi portano una maschera nera con tratti marcati, intagliata in legni pregiati, e indossano pelli ovine su cui caricano, trenta chili di campanacci. Essi, durante il periodo carnevalesco, sfilano per i centri del paese in una danza ancestrale, guidati dagli Issohadores, riconoscibili per i preziosi ed eleganti abiti rossi e bianchi. Il loro nome viene da soha, la fune con cui prendono a lazo gli spettatori. Si dice che anticamente, servisse a catturare la donna che si voleva sposare.

La viticultura

Intensi profumi di uve arricchiscono il paesaggio: nelle vigne crescono da secoli il cannonau e la granazza. In questo territorio si è sempre coltivata la vigna e si è sempre prodotto il vino. Infatti, a testimonianza del fatto che il bagaglio di conoscenza del territorio sia importante, negli ultimi anni sono numerosi i premi vinti dalle cantine locali a livello regionale e nazionale.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per le prime 100 persone organizzeremo un tour di Mamoiada di una giornata tra maschere, vini e poesia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi